Già seimila anni fa,

i Sumeri simboleggiavano con una foglia di vite l’esistenza umana.

Gli Ebrei dell’Antico Testamento attribuivano a Noè la piantagione della prima vigna,

considerando la vite “uno dei beni più preziosi dell’uomo”.

Nel mondo Greco il vino era ritenuto un dono degli dei e si attribuiva a Dioniso,

il più giovane figlio immortale di Zeus,

l’introduzione della coltura della vite tra gli uomini.

Il Vino è compagno dell’Uomo.
Il Vino accompagna l’uomo e se ne prende cura:
In dosi moderate (un bicchiere al giorno), ha effetti benefici sulla salute,
grazie al suo contenuto in polifenoli che esercitano un’azione antiossidante,
ed alla sua azione vasodilatatoria e protettiva nei confronti delle malattie cardiovascolari.

SCHEDA INFORMATIVA ENOLOGICA 

“Un tempo servivo il vino, oggi ne sono l’essenza”
Quinto.
“Colli di Salerno”, Indicazione Geografica Tipica.

Frutto della selezione di pregiate uve autoctone, ottenute dall’ Antico Vigneto che ancora sorge ai piedi del pendio dove sono ubicati i resti archeologici della Villa Produttiva Romana di Auletta (I sec. a.C.)

I suoi aromi raccontano di un territorio incontaminato, antico, con sapide note di frutta secca e macchia mediterranea.
Asciutto, equilibrato e di ottima persistenza.

Tradizione e Innovazione trovano in esso “armonia”, regalando ai sensi un’ emozione millenaria.

QUINTO
“Colli di Salerno” IGT, Bianco
Alc. 12,5%
prodotto in Italia da Azienda Agricola “Carmine Cocozza”, Auletta (Sa)

leggi il “Disciplinare di Produzione dell’ IGT-Colli di Salerno”

 

:  3292153519